More

Dolomiti Unesco

le più belle montagne del mondo

Le Corbusier, celebre architetto francese le definiva “la più bella opera architettonica naturale al mondo”. Sarà per la varietà geomorfologica, per il caratteristico pallore lunare oppure per le esplosioni di luci e colori che le Dolomiti ci regalano durante le varie ore del giorno: dal rosso fiamma dell’alba, al tenue viola azzurro del pomeriggio per finire con l’eccezionale bagliore infuocato dell “Enrosadira” nei minuti prima del tramonto.

Ci sono voluti 230 milioni di anni per elevare la loro bellezza dal mare primordiale a 3000 m di altitudine e per potere dichiarare le Dolomiti Patrimonio Naturale dell’UNESCO nel 2009.

Durante tutte e 4 le stagioni i colori, il fascino e la varietà di queste montagne fanno delle valli circostanti il posto ideale per gli amanti dello sport, della natura e per chi cerca semplicemente un posto dove rigenerarsi e divertirsi.

Parco naturale Fanes-Sennes-Braies

Parco naturale Puez-Odle

Spesso definito "il cantiere geologico delle Dolomiti", il parco naturale Puez-Odle si estende su una superficie di 10.722 ettari sul versante ovest della Val Badia. Il parco mette in mostra tutte le fasi geologiche delle Dolomiti, presentando di conseguenza una straordinaria molteplicità di forme e paesaggi. Dall'uniforme altopiano del Puez alle ardite forme del Cir, delle Odle, del Sassongher e del Putia. Il territorio é attraversato dall'Alta Via delle Dolomiti n. 2.

Parco naturale Puez-Odle

Parco naturale Fanes-Sennes-Braies

Attraversato dalla mitica Alta Via delle Dolomiti n. 1, il parco nautrale Fanes-Sennes-Braies si estende sul versante est della Val Badia. Il parco si presenta come un'esplosione di colori, laghetti e corsi d'acqua; particolari forme rocciose, grotte e una straordinaria varietà di specie che insieme hanno consentito la nascita della leggenda del Regno dei Fanes. Sass dla Crusc, Conturines e Lavarella sono solo alcune delle vette da conquistare.